Lo shop dell'Associazione Culturale XII
Contatti | Blog | XII Online
  Home Page » Libri » Mezzanotte » La clessidra d'avorio
  Menu
Catalogo
Versioni demo
eBook gratuiti
Stampe custom
Ricerca veloce
La clessidra d'avorio 17,00EUR 8,50EUR
La clessidra d'avorio
Clicca per ingrandire

Autori Davide Cassia e
Stefano Sampietro
Anno  2010
Formato 330 pp, brossura, con risvolti
Collana
Mezzanotte - n. 6
ISBN
978-88-95733-24-1
Prezzo 
17,00 euro 8,50 euro

 


 

La clessidra d'avorio, di Davide Cassia e Stefano Sampietro

Un raffinato nobiluomo, un affascinante dongiovanni, un giovane soldato imperiale.
E un alchimista.
Un antico diario, un arcano sepolto nei secoli, un oggetto bramato da tutti.
E una partita a scacchi.
Da una Parigi reduce dal Terrore alla Venezia e fino all’Egitto d’epoca barocca, tra una Bologna odierna e la Roma contesa tra Vaticano e Napoleone, lungo quattro secoli per una sola ricerca: quella della clessidra d’avorio.


Il libro

Salisburgo, 1592. Nella penombra del laboratorio di un alchimista, si svolge una partita a scacchi tra il padrone di casa e un giovane italiano. Molte sono le domande che il ragazzo vuole porre al maestro, ma ancora non immagina il segreto che il vecchio, al termine dell’incontro, gli vorrà svelare.
Bologna, 1604. Un coraggioso alchimista salpa alla volta dell’Africa, seguendo le indicazioni di un antico manoscritto. Ma l’Inquisizione gli dà la caccia, e lui deve nascondersi, fuggire, dimenticare, forse addirittura rinnegare i principi in cui ha sempre creduto.
Francia, 1808. Darius Berthier de Lasalle, un nobile sopravvissuto al periodo del Terrore, suo figlio Sebastien, soldato imperiale ferito, e l’amico di infanzia Moran de la Fuente, avventuriero di origini spagnole e amante della bella vita, partono per l’Italia, con l’intento di recuperare un diario scritto da un alchimista nel 1600 e un fantomatico oggetto prezioso a esso legato.
Bologna, giorni nostri. Giacomo Bandini scova un diario risalente al diciassettesimo secolo e scritto da un suo omonimo. Leggendolo, comprende che il suo antenato era un alchimista alla ricerca di una misteriosa clessidra, unico oggetto in grado di misurare i tempi di lavoro per il compimento della Grande Opera alchemica.


Gli autori

Davide Cassia: nasce a Varese nel 1970; il suo esordio nel 2001 con il romanzo noir Morte di un perdente, è autore di romanzi e racconti che spaziano dall’avventura all’umoristico, passando per l’horror e il fantasy. Esperto di videogiochi, tra il 1999 e il 2004 ha collaborato con NGI Magazine, di cui è stato caporedattore. Con Edizioni XII ha pubblicato nel 2007 il thriller Inferno 17, e ha partecipato alle antologie TaroT – Ludus Hermeticus e Corti.

Stefano Sampietro: nasce a Como il 20 febbraio 1973. Dopo la Laurea in Economia, consegue il Dottorato di Ricerca in Finanza Matematica e diviene docente a contratto presso l’Università Bocconi, prima, e presso l’Università LIUC Carlo Cattaneo, poi. A fianco dell'attività accademica, svolge il ruolo di analista in una società di ingegneria finanziaria. Suoi racconti sono stati pubblicati sulla rivista di fantascienza Futuro Europa (Perseo Libri), e nell’antologia Corti di Edizioni XII. La clessidra d’avorio è il suo primo romanzo.

 

Guarda il booktrailer su youtube

 


Recensioni  
  I clienti che hanno comprato questo prodotto hanno acquistato anche:
Il Grande Notturno
Il Grande Notturno
Malapunta
Malapunta
Corti - Terza stagione (Il ritorno dei Corti Viventi)
Corti - Terza stagione (Il ritorno dei Corti Viventi)
La Mezzanotte del Secolo
La Mezzanotte del Secolo
Ritorno a Bassavilla
Ritorno a Bassavilla
I vermi conquistatori
I vermi conquistatori
Dillo ad un amico

Invia questa pagina ad un amico.
Info sul produttore
Edizioni XII
Edizioni XII Homepage
Altri prodotti

Tutti i diritti sono riservati - Associazione Culturale XII